mercoledì 27 luglio 2016

I migliori distopici dell'anno secondo il Libraio


Che ne pensate del genere distopico? A me piace e anche tanto quindi la lista stilata dal Libraio è stata apprezzatissima.

Da Orwell a Huxley, sono tanti gli autori che nell'ultimo secolo si sono dedicati al genere (che nel tempo si è evoluto, contaminandosi con altri), utilizzando la scrittura anche come mezzo per contestare la realtà. Oggi i romanzi distopici si occupano, tra le altre cose, di tematiche come l'inquinamento e il culto esagerato della bellezza.

Ecco i 15 romanzi distopici pubblicati negli ultimi mesi che ci vengono consigliati:



Margaret Atwood, scrittrice e poetessa canadese, ha raggiunto la fama mondiale con Il racconto dell’ancella (Ponte alle grazie) alla fine degli anni ottanta. Femminista e ambientalista, nelle sue opere affronta spesso questi temi. Per prima ha partecipato con un romanzo al progetto Future Library, una capsula del tempo che raccoglie opere letterarie destinate ai lettori del 2114. Da poco la prolifica autrice è in libreria con Per ultimo il cuore (Ponte alle grazie), ambientato in un’epoca in cui tutto è mercificato, perfino l’amore.




Sempre a sfondo femminista la serie di fumetti Bitch Planet (Bao) di Kelly Sue DeConnick, Valentine De Landro. Per ora è disponibile in Italia solo il primo volume della serie ambientata in un futuro in cui il maschilismo impera e le donne, se ritenute “non conformi” ai canoni di bellezza e morigeratezza, vengono rinchiuse in una struttura di correzione, soprannominata per l’appunto Bitch Planet.

mercoledì 20 luglio 2016

Quanto siete "internet dipendenti? In uscita: "Solitudine digitale" di Manfred Spitzer

In questi giorni in cui i telegiornali trasmettono la follia che si sta verificando nel mondo a causa della realtà aumentata del nuovo gioco "Pokémon Go", non ho potuto fare a meno di soffermarmi su un nuovo libro di Manfred Spitzer che punta i riflettori sull'uso e l'abuso della tecnologia.

«Siamo malati di cyber, ma Spitzer condanna gli eccessi d'uso della tecnologia, perchè, come in medicina, è la dose che fa il veleno...» Frankfurter Allgemeine 


Titolo: Solitudine digitale
Autore: Manfred Spitzer
Editore: Corbaccio
Prezzo copertina: € 19.90
Pagine: 432
Data pubblicazione: 25 agosto 2016

Trama:
La digitalizzazione della nostra vita quotidiana progredisce a ritmi vertiginosi e non sempre questo costituisce un vantaggio. Se per rispondere a qualunque domanda ormai attingiamo al nostro smartphone, indifferenti che le nostre tracce siano registrate, memorizzate e analizzate nelle banche dati per poi essere interpretate, vendute e usate indebitamente, vuol dire che non riusciamo più a fare a meno delle tecnologie digitali, che ne siamo dipendenti. Sono però note a tutti le patologie «cibernetiche» e le conseguenze sulla salute nostra e dei nostri figli dovute all’uso sempre più intensivo di computer, social e giochi elettronici. Non si tratta di ostilità nei confronti della tecnologia, ma di veri e propri effetti collaterali indesiderati come stress, perdita di empatia, depressione, disturbi del sonno e dell’attenzione, incapacità di concentrarsi e di riflettere, mancanza di autocontrollo e di forza di volontà. I bambini, in particolare quelli che non sanno ancora leggere e scrivere, sono danneggiati nelle loro capacità sensoriali, e bullismo e criminalità informatica completano il quadro di una situazione che ci sta sempre più sfuggendo di mano.

giovedì 14 luglio 2016

Recensione: "Il cuore buio" di Pina Varriale

Buon pomeriggio ragazzi,
come sempre niente mare e niente piscina per me, quindi approfitto dell'aria condizionata e mi dedico a voi. Oggi vi parlo di una mia recentissima lettura: "Il cuore buio" di Pina Varriale, romanzo che ha inaugurato la collana editoriale "Storie per crescere" di Centoautori.

Titolo: Il cuore buio
Autore: Pina Varriale
Editore: Centoautori
Prezzo copertina: € 10.00
Pagine: 2016

Trama:
Alice ha diciassette anni è una ragazza introversa e non ha un buon rapporto con i genitori separati. La madre pensa solo a se stessa e alla sua immagine, il padre è lontano. Al contrario delle sue coetanee, Alice non bada più di tanto alle apparenze, ai vestiti o ai fidanzati, a causa del suo carattere ribelle a scuola non ottiene risultati brillanti, anzi, se non fosse per l’aiuto del prof. Giorgio Tancredi, spesso si metterebbe a rischio di essere allontanata. Dopo la morte del nonno, Alice decide di restare a Montelupo da sola. Non ha nessuna intenzione di seguire la madre a Milano né di andare a stabilirsi dal padre che ormai vive con un’altra donna. In questo periodo Alice conosce Roby, un musicista eccentrico incontrato nel pub del paese. Roby ha un carattere esuberante, beve molto e ha sbalzi d'umore repentini. Il suo modo di fare così fuori dagli schemi esercita un certo fascino su Alice che però non riesce a capire cosa lui provi veramente. Il rapporto con Roby, fortificato dalla musica e i concerti, all'inizio ha un effetto positivo su Alice, ma i guai, causati dal lato oscuro di lui, non tardano ad arrivare. I fantasmi del passato tornano nella mente di Alice sotto forma di incubi e per scacciarli la protagonista sarà costretta ad affrontare ricordi dolorosi. Per farlo Alice dovrà aprire il suo cuore buio agli affetti che credeva perduti per sempre.

lunedì 11 luglio 2016

New Entry in my Library (06/2016)




Ragazzi, la serie "Orange is the new black" sta portando via tutto il mio tempo libero e questo non va assolutamente bene ma... non riesco a smettere, quella serie crea dipendenza quindi se non l'avete iniziata statene alla larga. :)
Sono a circa metà, al massimo una settimana e avrò finito tutte le stagioni così potrò tornare ad immergere il mio naso tra le pagine dei libri. Ed ho fretta, molta fretta, perché in questi ultimi giorni ho ricevuto qualche new entry davvero molto interessante!


Ecco la carrellata dei miei nuovi libri, ne avete già letto qualcuno?


Fairy Oak è un villaggio magico e antico nascosto fra le pieghe di un tempo immortale. A volerlo cercare, bisognerebbe viaggiare fra gli altopiani scozzesi e le brughiere normanne, nelle valli fiorite della Bretagna, tra i verdi prati irlandesi e le baie dell’oceano. Il villaggio è abitato da creature magiche e uomini senza poteri, ma è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo che ormai nessuno fa più caso alle reciproche stranezze e tutti si somigliano un po’. A parte le fate, che sono molto piccole, luminose e... volano. Questa storia è raccontata da una di loro e narra l’avventura straordinaria di due sorelle gemelle, Vaniglia e Pervinca...

venerdì 8 luglio 2016

Dal 14 luglio in libreria per HarperCollins Italia

Ho scovato queste news tra le vecchie email arretrate e ci sono quattro novità interessanti in arrivo in libreria il 14 luglio. Quattro romanzi molto diversi ma che mi incuriosiscono moltissimo:


Titolo: L'arte nel sangue
Autore: Bonnie Macbird
Editore: HarperCollins
Prezzo copertina: € 16.00

Trama:

Londra, in un nevoso dicembre del 1888. Dopo la disastrosa indagine sullo Squartatore, il trentaquattrenne Sherlock Holmes è caduto in un profondo stato di prostrazione dal quale nemmeno Watson riesce a svegliarlo. Finché non arriva da Parigi una strana lettera in codice.
Mademoiselle La Victoire, una bellissima cabarettista francese, scrive che il figlio illegittimo che ha avuto da un lord inglese è scomparso, e che lei stessa è stata aggredita per strada a Montmartre.
Holmes e Watson si precipitano a Parigi e scoprono che il ragazzino scomparso è solo la punta dell'iceberg di un problema molto più grave: una preziosissima statua greca è stata rubata a Marsiglia, e in un setificio del Lancashire sono stati uccisi dei bambini. Gli indizi, in tutti e tre i casi, conducono allo stesso, intoccabile personaggio... Ma Holmes riuscirà a riprendersi in tempo per trovare il ragazzino scomparso e fermare l'ondata di omicidi, anche se per riuscirci deve essere sempre un passo avanti rispetto a un pericoloso rivale francese ed evitare le minacciose interferenze del fratello Mycroft?
Un'avventura incalzante, scritta nello stile di Sir Arthur Conan Doyle, in cui la celebre coppia è alle prese con un caso che metterà alla prova l'amicizia di Watson e spingerà al limite la fragilità e le doti della natura artistica di Sherlock Holmes.



Titolo: Normal
Autore: Graeme Cameron
Editore: HarperCollins
Prezzo copertina: € 18.00

Trama:
Vive nella vostra comunità, in una bella casa, con un giardino ben tenuto. Fa la spesa nel vostro negozio di fiducia, e se vi urta una spalla si scusa con un sorriso. Se è incolonnato di fianco a voi in autostrada, vi lascia passare con un gentile gesto della mano.
Quello che non sapete, di lui, è che sotto il garage, in una stanza segreta, possiede una gabbia elaborata, e quel cibo che sta pagando alla cassa è per la ragazza che tiene chiusa lì dentro contro la sua volontà. Una di una lunga lista, e non sa che cosa la aspetta.

martedì 5 luglio 2016

Giveaway a sorpresa: giugno 2016

Eccomi, eccomi, eccomi...
Questo mese ho fatto slittare tutti gli appuntamenti di qualche giorno :) ma ora sono finalmente pronta per svelarvi il nome del vincitore del giveaway a sorpresa di giugno.
Come anticipato nel post di presentazione (QUI), ogni mese premierò l'utente più attento e più attivo sia sul blog che sui social (Facebook - Instagram), regalando un libro cartaceo.


Anche questo mese il vincitore potrà scegliere tra alcuni libri selezionati da me, ve li mostro subito:


      

       


L'utente che questo mese si aggiudicherà uno tra questi 6 titoli è:

lunedì 4 luglio 2016

Clock Rewinders: Giugno 2016

Con qualche giorno di ritardo e sempre con tanta tanta fretta, ecco il mio riepilogo del mese appena trascorso. Non è stato un mese eclatante ma non male, a voi com'è andata?

                              [ letture di giugno ]                               

   

Letture in corso:

 

Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po' ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario, lo ripone nella valigia, ma promette di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina. Sono passati vent'anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l'unica compagnia degli oggetti smarriti che vengono trovati ogni giorno nell'unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano.
Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, incastrato tra due sedili, Michele ritrova il suo diario. Non sa come sia possibile, ma Michele sente che è sua madre che l'ha lasciato lì. Per lui.
E c'è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito

venerdì 1 luglio 2016

Recensione: "Dimmi tre segreti" di Julie Buxman

Credo che ormai mi unirò al popolo della notte, le uniche ore libere per leggere e per dedicarmi al blog sono dalle 23 in poi. Ma non importa, ciò che conta è riuscire a dedicarmici.
In queste serate mi sono lasciata cullare da una lettura dolce e delicata: "Dimmi tre segreti", romanzo YA autoconclusivo di Julie Buxman. E voi cosa state leggendo?

Titolo: Dimmi tre segreti
Autore: Julie Buxman
Editore: DeAgostini
Pagine: 389
Prezzo copertina: € 14.90

Trama:
E se la persona che ti conosce meglio al mondo fosse l’unica che non hai mai incontrato?
Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles. Ma proprio quando le cose si mettono male, riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola, mantenendo però l’anonimato. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano? Il punto è che lei non è nelle condizioni di rifiutare un aiuto tanto generoso: sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato, costringendola a trasferirsi dall’altra parte del Paese, in un posto che odia con un fratellastro che odia ancora di più. Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto, Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo migliore amico, e lei decide che è arrivato il momento di incontrarlo. Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai…

Recensione
Probabilmente questa non è l'ora più adatta per recensire un libro perché a quest'ora la mia mente è ormai un groviglio di pensieri confusi, spero quindi di non delirare troppo (perdonatemi se dovessi farlo).