venerdì 28 febbraio 2014

New entry in My library (2)

Buongiorno ragazzi!
Dopo un bel periodo di assenza torna la rubrica "New entry in my library" che ricordo nasce con l'intento di condividere con voi i nuovi titoli acquistati, ricevuti o prestati. In questo periodo poche news perché vorrei cercare di smaltire un pò di letture arretrate anche se devo ammettere che resistere alle novità di questo periodo non è per nulla facile.




Iniziamo con due e-book che mi ispirano moltissimo, si tratta di "La custode degli spiriti" di Melissa Marr e "Pietra è il mio nome" di Lorenzo Beccati.


Claysville è una piccola città di nessuna importanza. Rebecca è cresciuta qui, insieme alla nonna e da quando ha lasciato questo luogo noioso e familiare sono passati dieci anni. Ora la nonna è morta e Beck ritorna. Per scoprire che Claysville non è semplicemente quella piccola città sonnolenta che ricorda. Lì il mondo dei vivi e quello dei morti sono pericolosamente collegati; al di sotto della città si trova una terra ombrosa e senza legge. Tra i due mondi: esiste un patto: se i morti non vengono trattati con cura, torneranno indietro per saziarsi con cibo, bevande e storie della terra dei vivi. Ed è Beek l’unica persona che sa cosa va fatto, perché la soluzione è nel segreto che custodisce.

giovedì 27 febbraio 2014

Marzo 2014: libri in arrivo...

Spulciando le mail e girovagando nel web, oggi ho scovato un bel pò di titoli che tra pochissimo affolleranno gli scaffali delle nostre librerie!
Guardiamo insieme le novità letterarie che ci riserva marzo ;)

Dal 06 marzo 2014...

Titolo: Vintage Dream
Autore: Erica Stephens
Editore: Garzanti
Prezzo copertina: € 16.40
Pagine: 368

Trama:
È impossibile resistere al fascino di un vecchio abito di seta con bottoni smaltati e maniche a sbuffo. Lo sa bene Amanda, che ha fatto degli abiti vintage la sua più grande passione. Nel negozio vicino ad Astor Place, a Manhattan, si diverte a dare nuova vita a gonne, giacche e tailleur. I suoi clienti affezionati ormai si fidano solo del suo inconfondibile gusto.
Eppure ora la sua amata bottega è in pericolo: sta per essere sfrattata. Amanda sente il mondo crollarle addosso.
C'è un'unica cosa che può riportarle il sorriso: andare a caccia di vestiti usati. La sua ricerca la porta a un baule in cui, tra rasi fruscianti e pizzi delicati, trova un piccolo tesoro: un vecchio diario. Pagina dopo pagina scopre che a scrivere quelle righe ingiallite è stata Olive, una donna vissuta nella New York di inizio Novecento. Una donna forte e indipendente che ha realizzato il suo sogno di fare carriera in un prestigioso grande magazzino della città. Una donna che ha scoperto la potenza dell'amore e la profondità delle sue ferite.
Il racconto di Olive dà ad Amanda la forza di lottare per essere di nuovo felice. Ma non solo. Perché quel vecchio taccuino nasconde molto di più. Il destino a volte percorre strade inaspettate… Strade che possono salvare quello che Amanda ha di più caro: il suo piccolo negozio vintage. E forse anche il suo cuore.

martedì 25 febbraio 2014

Recensione: "La sciamana" di Annamaria Pezzimenti

Oggi voglio parlarvi di un romanzo che ho lasciato per molto tempo a prender polvere, probabilmente perché non mi convinceva appieno, ed invece ha saputo regalarmi delle piacevolissime ore di lettura. Si tratta di "La sciamana" di Annamaria Pezzimenti edito per Giovane Holden Editore.


Titolo: La sciamana
Autore: Annamaria Pezzimenti
Editore: Giovane Holden
Pagine: 216
Prezzo copertina: € 15,00


Trama:
Una donna, Angela, ritorna dopo vent'anni nella casa che abitava da bambina. Nel tentativo di parlare ai misteriosi vicini, che comunicano con gli altri solo attraverso un vecchio armadietto, si imbatte in una bizzarra anziana che la invita a entrare nella propria abitazione. Le offre un tè aromatizzato allo zenzero e, ignorando la reticenza di Angela, comincia a leggerle il futuro. Inizia per la protagonista un viaggio sospeso tra sogno e realtà. Tata Lia, così viene chiamata l'anziana, evoca in lei mondi arcani, volti sconosciuti ma intimamente legati al suo essere donna, oscure presenze che la trascinano nel sangue, nella disperazione, nella voglia di uccidere e di rinascere. Attraverso una sequenza di storie nella storia, scandita da quattro tempi superiori (quelli dell'Acqua, della Terra, dell'Aria e del Fuoco) si delinea così un vero e proprio percorso di iniziazione a una verità arcana, in grado di infonderle nuova forza per trovare il proprio posto nel mondo, nonostante le difficoltà e i sogni persi nel cammino. Incarnandosi in altre figure femminili, Angela vive ogni possibile bivio che la vita le impone, rafforzandosi a ogni scelta grazie al coraggio di elfi, streghe, vampiri e 'semplici' donne: ognuna capace di imporre al destino il proprio volere, forte della spada che col tempo ha saputo forgiarsi.

giovedì 20 febbraio 2014

Recensione: "Tutta questa vita" di Raffaella Romagnolo

Buongiorno ragazzi,
come procedono le vostre letture?
Io oggi voglio parlarvi di un libro semplice ma molto delicato: "Tutta questa vita", un romanzo per ragazzi scritto da Raffaella Romagnolo.

Titolo: Tutta questa vita
Autore: Raffaella Romagnolo
Editore: Piemme
Pagine: 224
Prezzo copertina: € 15,00

Trama:
A sedici anni tutto è da scoprire, la vita è ancora intera, possibile, e il futuro un’opportunità. Così anche per Paoletta, che di avere “tutta la vita davanti”, però, non è entusiasta. Forse perché odia le frasi fatte o semplicemente perché è diversa dalle altre ragazze: detesta Facebook, legge Anna Karenina, filosofeggia su Harry Potter, invece delle sit-com guarda vecchi film, si ingozza di dolci infischiandosene della bilancia e allo shopping con le amiche preferisce di gran lunga le passeggiate silenziose con il fratello minore, Richi. O forse è proprio lui a renderla diversa: Richi ha dodici anni, le gambe così fragili che possono reggere solo pochi passi strascicati, un braccio difficile da controllare e una vita tanto più complicata davanti. Non parla molto, e quando lo fa, non sempre gli altri lo capiscono. Ma Paoletta sì; brevi frasi che hanno, per lei, il sapore della sincerità che manca nella villa di famiglia. Un’autentica prigione. Una tortura di menzogne, cose non dette, segreti pericolosi, da cui la ragazza scappa ogni volta che può. E insieme a Richi attraversa il confine, immaginario eppure così reale, che divide lo splendido giardino di casa loro dalle Margherite, il quartiere popolare, dove gli appartamenti sono modesti, le giostrine arrugginite e i padri non sono imprenditori di successo ma cassintegrati in difficoltà. E dove c’è Antonio, anche lui, a modo suo, diverso. L’unico, a parte Richi, che sa leggerle dentro e che l’aiuterà, almeno per una volta, a lasciarsi trovare.

venerdì 14 febbraio 2014

Novità imperdibili in libreria firmate Garzanti


Buongiorno ragazzi e buon San Valentino a tutti, mi raccomando trascorrete una romantica serata!
Io intanto vi do qualche spunto letterario, magari da chiedere al vostro lui o alla vostra lei, tanto oggi non vi dirà di no! ;)

In tutte le librerie da ieri un libro che mi ha conquistato il cuore, leggiamo insieme la trama e ditemi se non siete d'accordo...


La nascita, ancor più della morte, è l'unica cosa che abbiamo davvero tutti in comune, da sempre e per sempre. Non solo è l'attimo irripetibile in cui veniamo al mondo. È anche il primo giorno di una stagione della vita bellissima e altrettanto irripetibile: l'infanzia. Essere stati bambini, per quanto una volta diventati adulti si tenda a negarlo, a ridurlo ad aneddoto o semplicemente a dimenticarlo, è un'altra cosa che tutti ci accomuna.
Proprio l'infanzia è il filo rosso che lega tra loro una serie di istantanee di un mondo perduto, evocato dai mille umori dell'essere bambini: dal capriccio all'entusiasmo, dai pianti alle risate, dagli imbarazzi ai primi amori. Un viaggio indietro nel tempo che ci restituisce in dono i nostri primi anni di vita. Che ci proietta in un mondo popolato da bambini che, lungo le strade di una città ancora a misura d'uomo, emulano i loro idoli sportivi, leggono fumetti, imparano a vivere e fingono di morire. Di bambini e bambine che dietro i banchi di scuola affrontano ingiustizie che forse lasceranno un segno nella loro vita adulta. Di bambini che vedono la loro vita decisa a tavolino da adulti i quali pensano di aver sempre ragione, anche a scapito del loro bene. E di adulti che bambini non riescono a smettere di essere, fino al punto di ritrovarsi soli, incapaci di immaginare un futuro per la propria vita.
I sogni belli non si ricordano è un libro sui bambini. Sulle contraddizioni, a volte tragiche, più spesso di sapore dolceamaro, di un mondo che cambia senza sosta, trascinando con sé chiunque ne faccia parte.

mercoledì 12 febbraio 2014

Recensione: "Le stanze buie" di Francesca Diotallevi

Ho lasciato trascorrere qualche giorno prima di buttar giù questa recensione perché la storia di Francesca Diotallevi è una di quelle storie che va assorbita e gustata. La storia racchiusa in "Le stanze buie",  romanzo d'esordio della giovane autrice, è una storia che va custodita.


Titolo: Le stanze buie
Autore: Francesca Diotallevi
Editore: Mursia
Pagine:  390
Prezzo copertina: € 22,00


Trama:

Torino 1864. Un impeccabile maggiordomo di città viene catapultato nelle Langhe: per volere testamentario di un lontano zio, suo protettore, dovrà occuparsi della servitù nella villa dei conti Flores. Il protagonista si scontra così con il mondo provinciale, completamente diverso da quello dorato e sfavillante dell'alta società torinese, e con le abitudini dei nuovi padroni e dei loro dipendenti. Nella casa ci sono un conte burbero, una donna eccentrica e anti-conformista, ma anche sola e infelice, un cameriere dalla doppia faccia e una vecchia che sa molte cose, ma soprattutto c'è una stanza chiusa da anni nella quale non si può assolutamente entrare. A partire da questo e da altri misteri il maggiordomo si troverà, suo malgrado, a scavare nel passato della famiglia per scoprire segreti inconfessati celati da molto tempo e destinati a cambiare per sempre la sua vita.

martedì 4 febbraio 2014

Febbraio 2014: libri in arrivo

Buongiorno ragazzi,
è da un pò che non vi segnalo qualche titolo da appuntare nonostante le librerie siano state piene di tantissime novità interessanti, oggi però non posso proprio resistere, voglio scoprire se anche voi comprereste tutti i romanzi che arriveranno in libreria questo mese ;)

Dal 6 febbraio 2014...

Barcellona, 1932. In una vigilia di Natale apparentemente simile alle altre, Maria del Roser Golorons vedova Lax esce con la fedele domestica Conchita per trascorrere tutta la giornata ai Grandi Magazzini El Siglo, inconsapevole degli eventi che stanno per travolgere la sua famiglia e la sua città. Pochi anni più tardi, alle soglie della guerra civile, il celebre pittore modernista Amadeo Lax dipinge il suo capolavoro in ricordo della moglie Teresa che lo ha abbandonato: un affresco superbo, fatto di luci intense e contrasti imprevisti, che nella sensualità del tratto nasconde un'oscurità indecifrabile. Quasi ottant'anni dopo, l'esperta d'arte Violeta Lax, nipote di Amadeo, riceve un misterioso invito da una sconosciuta signora italiana che afferma di avere importanti notizie da comunicarle. Incuriosita, Violeta decide di incontrarla, ma prima vuole fermarsi a Barcellona per visitare la casa di famiglia e ammirare per l'ultima volta l'affresco realizzato da suo nonno prima che venga rimosso. Inizia così per Violeta un viaggio nel tempo sulle tracce della storia famigliare, lungo i vicoli e le strade eleganti di una Barcellona scintillante e piena dell'energia irrefrenabile dell'inizio del Novecento…

Galles, 2009. Una calda e bellissima giornata di agosto. Boschi e colline solitarie da una parte, la potenza del mare dall’altra. Vanessa e Matthew Willard, in viaggio da Holyhead a Swansea, si fermano in un parcheggio isolato. L’uomo si allontana col cane per pochi minuti, e al suo ritorno scopre che la moglie è scomparsa senza lasciare traccia. Matthew non sa che è stata rapita: il suo sequestratore, Ryan Lee, la rinchiude in una grotta - con cibo e acqua sufficienti per una settimana - nella «valle della volpe», un luogo isolato che lui solo è in grado di raggiungere, ma viene arrestato e incarcerato per un crimine precedente. Di Vanessa non si sa più nulla, e il marito sprofonda nell’incubo dell’incertezza. Nessun indizio, nessuna pista concreta. Tre anni dopo, Ryan viene rimesso in libertà, ma qualcuno pare abbia ordito una trama spaventosa, un’orribile vendetta per gli errori del suo passato: sua madre e la sua ex fidanzata vengono inspiegabilmente aggredite, e un’altra donna viene rapita «replicando» nei minimi dettagli la scomparsa di Vanessa Willard.